I 3 errori da evitare quando si compra una bottiglia vino

Winey Wine Box

Spesso ci troviamo a scegliere una bottiglia di vino, che sia per noi stessi o per un regalo di natale, regalo di compleanno o altre ricorrenze. È un gioco divertente, ma allo stesso tempo può disorientare. Soprattutto per i non esperti, navigare tra centinaia di etichette, vitigni e annate non è affatto facile e, anzi, molto spesso conduce a degli errori. Vediamo insieme quali sono gli errori più comuni quando si compra una bottiglia di vino.

#1 Farsi attrarre da una bella etichetta Un packaging ben fatto può valorizzare una buona bottiglia di vino ma allo stesso tempo rivelarsi ingannevole, una strategia di marketing con lo scopo di mettere in secondo piano ciò che la bottiglia effettivamente contiene per facilitare la scelta d’acquisto, che risulterà più rapida e soddisfacente. Fare attenzione al territorio di provenienza e alle varietà di uve impiegate per la produzione può rivelarsi utile a superare questo primo ostacolo. Un Pinot Nero dell’Alto Adige sarà sempre differente da un Pinot Nero dell’Oltre Po’ Pavese, così come uno Chardonnay del Friuli sarà diverso da uno Chardonnay proveniente dalle bellissime Langhe. A fare la differenza saranno sicuramente la maestria degli artigiani del vino, ma – più di tutto – saranno le condizioni climatiche e del suolo a determinare l’identità del calice di vino.

Winey tip: Degusta selettivamente ma con continuità. Se un vitigno o un territorio non hanno soddisfatto le tue aspettative, non abbandonarlo definitivamente. Prova un produttore differente, combina territorio ed uvaggio fino a quando non pensi di essere sulla strada giusta !

#2 Scegliere in base al prezzo Il prezzo non è un indicatore infallibile della qualità di un vino. Certo, è difficile che un Amore della Valpolicella da 60€ si riveli un vino di bassa qualità, ma è anche vero che questo dipenderà sia dalle aspettative che si pongono quando si stappa una bottiglia sia da quanto dicevamo prima a proposito delle etichette. A parità di prezzo potresti scovare un piccolo artigiano del vino, della stessa zona di produzione di una etichetta blasonata, che si esprime in tutta la sua maestria per regalarti una degustazione unica e fuori dagli schemi !

Winey tip: una volta individuato il territorio e il vitigno che vuoi provare, vai alla ricerca di vignaioli attivi in quello specifico territorio e scegline uno che produce piccoli volumi, magari inferiori alle 100mila bottiglie. Questo ti aiuterà a selezionare un vero artigiano che si dedica in prima persona al vino che produce e ti consentirà di evitare etichette “commerciali” !

#3 Evitare di farsi consigliare Un errore comune –  soprattutto tra chi ha da poco approcciato il fantastico mondo del vino –  è quello di rinunciare a chiedere aiuto. Prima che diventi un esperto sommelier o un degustatore accanito che si fida solo della propria memoria sensoriale, farsi consigliare può essere la scelta giusta. Internet pullula di app e di blog così come il personale di enoteche e wine shop è generalmente preparato per esaudire tutte le tue richieste. Don’t be shy !

Winey tip: orienta le ricerche o le richieste al personale di sala secondo i consigli di questo articolo. Vai oltre il nome di un’etichetta che già conosci, non scegliere il prezzo medio tra ciò che ti sembra veramente cheap e il top di gamma. Chiedi espressamente che vino ti piace e quale artigiano potrebbe fare al caso tuo, senza troppi fronzoli! O, in alternativa, affidati a Winey per regalare una Wine Box o per ricevere una Wine Box ogni mese composta da tre vini di piccoli produttori che difficilmente troverai altrove!

Scopri Winey, il tuo amico sommelier per scoprire e comprare vini eccellenti senza spendere una fortuna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *