Enza La Fauci - Produttore selezionato da Winey. Direttamente a casa tua tre bottiglie prodotte da vignaioli autentici.
Noi e i nostri partner utilizziamo i cookie per personalizzare la tua esperienza e per scopi di misurazione e analisi. Utilizzando il nostro sito Web e proseguendo la navigazione di questa pagina accetti l'uso dei cookie come descritto nella nostra Cookie Policy. OK
×
Enza La Fauci
Hai mai passeggiato lungo i filari di un vigneto all’ora del tramonto? É un’esperienza incredibile: la luce dorata, i colori, i profumi, il frastuono silente della linfa… ti sembra di essere tu stesso vite, senti una grande energia che dalla terra si spande e ti pervade.Comprendi così la complessità di un vino, figlio della vite e della terra che la nutre.Enza lo ha fatto, ed anche spesso, e tutto questo pian piano l'ha convinta ad intraprendere la sua strada, ad impiantare un vigneto da coltivare e rispettare con amore a passione. Dopo tanti anni trascorsi ad occuparsi della distilleria di famiglia, Enza ha voluto scommettere solo su se stessa.

Così è nata la sua tenuta. Sorge su un terreno di famiglia che si trova in prossimità del Capo Peloro, proprio dove Ulisse durante il suo lungo viaggio si imbatte nelle sirene e per non soccombere all’incanto delle loro voci si fa legare dai suoi uomini all’albero maestro della barca. É praticamente all’imbocco dello Stretto di Messina, dove il terreno argilloso misto a calcare, venti di Scirocco e Tramontana, abbondanti precipitazioni invernali, rendono questo territorio “un unicum” rispetto alle altre parti della Sicilia, spesso caratterizzate da panorami più aridi ed assolati.Il lavoro in vigna avviene solo manualmente e Enza ama affermare di essere un biologico più biologico dei biologici. Ma a parte il gioco di parole, questa è la sua, innegabile, condizione di lavoro, questa è la sua vita.
Perché è in Winey? remove
La tenacia di una donna, a volte, può essere davvero ineguagliabile. Sentire, progettare, creare. Enza lo ha fortemente voluto e, manco a dirlo, ci è riuscita. Il suo è lo sguardo di chi ha vinto la scommessa con se stessa, è un'iniezione di serenità e positività che si riflettono limpidi nei suoi vini.
On this date remove
Nell'anno in cui Vincenza La Fauci da vita al suo gioiello, il Milano vince la Champions League battendo la Juventus in una finale tutta italiana giocata all'Old Trafford di Manchester
Anno di fondazione
2003
Patron
Vincenza La Fauci
Conduzione enologica
Emiliano Falsini
Ettari vitati
3
Bottiglie prodotte
10000
Indirizzo
Via Piano Forno SS 113 Km 18,800, 98163 Mezzana
Email
tenutaenzalafauci@gmail.com
Telefono
+39 3476854318
I vini selezionati
Petalo 2018
Terre Siciliane IGT
Petalo è un vino che Enza La Fauci produce da soli 2 anni. Nasce da uve Nocera, vitigno autoctono storicamente presente nel territorio messinese. Il Nocera da vita solitamente a vini rossi corposi, ma Enza ha voluto fare qualcosa di diverso, sperimentarlo in rosè date le sue caratteristiche che ben si adattano a questa tipologia di vinificazione. Un vino dal colore magnetico e dai sentori di rosa. La sua piacevolissima freschezza lo rende un vino poliedrico, perfetto per aperitivi, secondi di pesce e crostacei.
Annata
2018
Bottiglie prodotte
1800
Tipologia
Rosato
Denominazione
Terre Siciliane IGT
Vitigni
Nocera 100%
Alcol
12°
Affinamento
Vetro
Note di degustazione
Colore rosa pesca. Al naso delicati sentori di fiori e frutta. Al palato è fresco e godibilissimo
Case Bianche 2018
Terre Siciliane IGT
Enza di questo vino ne va particolarmente orgogliosa. Lo Zibibbo qui a Messina era un vitigno dimenticato dal tempo, ma lei è riuscita a rivalorizzarlo nel modo giusto. Case Bianche è un vino straordinariamente ecliettico che si abbina molto bene anche con i formaggi erborinati oltre che con crostacei frutti di mare, piatti a base di pesce e sushi. Il nome si riferisce alla Contrada Casa Bianca, sul litorale tirrenico messinese, dove un tempo si coltivava questo zibibbo a due passi dalla spiaggia. Preparatevi a sentire le onde del mare.
Annata
2018
Bottiglie prodotte
4800
Tipologia
Bianco
Denominazione
Terre Siciliane IGT
Vitigni
Zibibbo 100%
Alcol
12.5°
Affinamento
In Bottiglia
Note di degustazione
Colore giallo paglierino. Al naso note intense di frutta fresca come pesche e agrumi, macchia mediterranea e salsedine. Al palato è morbido e minerale, sapido e dalla freschezza persistente.
Oblì 2014
Faro DOC
Il nome Oblì viene da oblio, con un preciso riferimento allo stordimento nel quale cadde Ulisse dopo aver sentito il canto delle sirene.Ma anche l'oblio inteso come assopimento che ti prende quando bevi un buon vino, che ti fa cadere in quel leggero stato di ebbrezza.Ed infine l'oblio inteso come il sogno di lavorare in un posto bellissimo con uno splendido affaccio sul mare. È quindi il vino per il quale nasce la Tenuta e che rappresenta in pieno la filosofia di Enza. L'abbandono per amore.
Annata
2014
Bottiglie prodotte
6000
Tipologia
Rosso
Denominazione
Faro DOC
Vitigni
60% Nerello Mascalese, 15% Nocera, 15% Nerello Cappuccio, 10% Nero d'Avola
Alcol
14°
Affinamento
6/9 mesi in bottiglia
Note di degustazione
Colore rosso rubino intenso con riflessi violacei e rosso granato. Al naso profumo etereo, floreale, con sfumature di prugna, more, spezie e legno. Persistente al gusto, leggermente sapido e giustamente tannico.
Prova la Wine Box di Febbraio