De'Gaeta - Produttore selezionato da Winey. Direttamente a casa tua tre bottiglie prodotte da vignaioli autentici.
Noi e i nostri partner utilizziamo i cookie per personalizzare la tua esperienza e per scopi di misurazione e analisi. Utilizzando il nostro sito Web e proseguendo la navigazione di questa pagina accetti l'uso dei cookie come descritto nella nostra Cookie Policy. OK
×
De'Gaeta
Né il cinismo, né la rincorsa del successo ad ogni costo. Ma produrre vino per onorare la natura, per coronare un matrimonio avvincente e sincero tra l'uomo e la terra. Questa è la filosofia di Salvatore Gaeta. Un uomo sobrio e gentile che abbiamo avuto la fortuna d'incontrare nella sua meravigliosa tenuta a pochi chilometri da Taurasi, in località Toppolocozzetto. Un nomignolo strano e affascinante che vuol dire "in prossimità della cima". E infatti i vigneti sono arroccati sul crinale della collina, a 490 mt slm. Non lontani i monti del Terminio–Tuoro fanno da cornice, mentre un ruscello affluente del Calore fa da colonna sonora. Salvatore ci racconta che era alla ricerca di un luogo dove trovare la sua tranquillità e per caso ha scoperto questo luogo di cui oggi, a distanza di qualche anno, ci parla innamorato. Immerso nella natura incontaminata, ha sempre di più apprezzato i suoi rumori, i suoi colori, le sue bellezze.

Quasi per gioco, contagiato dalla passione del fratello Bruno per il vino di qualità, ha percepito sin da subito il fascino di questo meraviglioso mondo ed ha sentito un nuovo ed indomito entusiasmo. Insieme hanno intrapreso questo ambizioso e impegnativo cammino che è da subito partito sotto i migliori auspici anche grazie al supporto dell'amico Vincenzo Mercurio, tra i più apprezzati enologi d'Italia. Oggi coltivano in regime biologico 5 ettari di terreno, principalmente vitati ad Aglianico con una piccola parte di Fiano. Piano piano sta prendendo vita anche il loro progetto di accoglienza che vedrà una meravigliosa sala degustazione a vetrate con la vista sulla vallata. Da qui si scruta un angolo d'Irpinia incantato e incontaminato. Un luogo privilegiato il cui merito non è solo della natura ma anche di chi ha deciso di prendersene cura. 
Perché è in Winey? remove
Salvatore Gaeta ci ha trasmesso un senso di pace. "Il vino ha bisogno di essere bevuto con tranquillità", ci ha detto. Niente di più vero. Perché i suoi vini vanno attesi, desiderati e aperti al momento giusto. L'Irpinia sta finalmente conoscendo un nuovo, illuminato, produttore. 
La cantina add
Anno di fondazione
2009
Patron
Salvatore Gaeta
Conduzione enologica
Vincenzo Mercurio
Ettari vitati
5
Bottiglie prodotte
20000
Indirizzo
Via Toppolocozzetto, 1 - 83040 Castelvetere sul Ca
Email
info@degaeta.it
Telefono
081660552
I vini selezionati
Biologico
Aglianico De'Gaeta 2016
Aglianico IGT
Un'annata davvero difficile, la 2016: condizioni metereologiche avverse e insistente attacco di malattie fungine hanno messo a dura prova anche un mostro sacro dell'enologia come Vincenzo Mercurio. L'Aglianico però si sa, vende cara la pelle, ed è stato l'unico frutto di quell'annata a spuntarla. Tutto quello che avete letto finora lo leggerete dentro al vino che berrete, austero all'apparenza, man mano che passano i minuti le nuvole lasciano spazio al sereno e viene fuori tutto il carattere conviviale dell'Aglianico. Siete in compagnia di un eroe dei nostri - climaticamente drammatici - tempi. 
Annata
2016
Bottiglie prodotte
5000
Tipologia
Rosso
Denominazione
Aglianico IGT
Vitigni
Aglianico
Alcol
13°
Affinamento
Acciaio
Note di degustazione
Rosso Rubino. Al naso sentori di frutta rossa. Al palato si presenta morbido con presenza di tannini ben levigati.
Biologico
Campi Taurasini 2014
DOC Irpinia Campi Taurasini
Vi trovate difronte a un Campi Taurasini versione guerriero. Perché? Beh perché ha dovuto fronteggiare una prova estrema: l'annata 2014. In generale difficile dal punto di vista delle condizioni climatiche, in particolare, poi, sfortunata per l'attacco ai vigneti e all'uva da parte dei cinghiali. Due fattori inaspettati che come risultato hanno restituito un raccolto più che dimezzato. Tanto è bastato però a far nascere una vibrante e intensa interpretazione di Campi Taurasini. Un vino dalle corde tese ma dalla melodia squillante e profondamente complessa. Ha già 6 anni sulle spalle e ne reggerà ancora. 
Annata
2014
Bottiglie prodotte
4000
Tipologia
Rosso
Denominazione
DOC Irpinia Campi Taurasini
Vitigni
Aglianico
Alcol
14.5°
Affinamento
Acciaio e Bottiglia
Note di degustazione
Rosso rubino intenso, ha un naso fruttato e piacevole con profonde note balsamiche, poi di mora, erbe, camomilla, cioccolato e pepe. Al palato è diretto, caldo, energico e vivo, con tannini ancora molto incisivi, ma che si levigheranno.
Biologico
DUECAPE 2015
Taurasi DOCG
Due teste unite nella stessa immagine, simbolo di inseparabile fratellanza. È il logo dell'azienda di Salvatore e Bruno Gaeta, ma è anche il nome del loro Taurasi DOCG: DUECAPE. La 2015 è la prima annata di Taurasi in assoluto, e già questa è una stata grande gioia. Ma l'aver riscosso i favori della critica è stata una emozione ancora più grande. Perché fare centro al primo colpo non è da tutti, è prerogativa esclusiva dei fuoriclasse. Fossimo in voi lo conserveremmo per un po', nell'attesa che venga fuori tutto il suo enorme potenziale. Statene certi, presto o tardi DUECAPE avrà il suo posto nell'olimpo del vino.
Annata
2015
Bottiglie prodotte
2000
Tipologia
Rosso
Denominazione
Taurasi DOCG
Vitigni
Aglianico
Alcol
14°
Affinamento
Acciaio 24 mesi, Tonneaux 500 lt 12 mesi, Bottiglia
Note di degustazione
Rubino profondo, tinto di inchiostro nero. Al naso sentori di prugna, bacche di mirto e liquirizia per poi far posto a profumi di rosa antica, viola e glicine. Al palato, trama tannica definita e raffinata e con finale lunghissimo scandito dal ricordo del mallo di noce
Prova la Wine Box di Luglio