Marco Antonelli - Produttore selezionato da Winey. Direttamente a casa tua tre bottiglie prodotte da vignaioli autentici.
Noi e i nostri partner utilizziamo i cookie per personalizzare la tua esperienza e per scopi di misurazione e analisi. Utilizzando il nostro sito Web e proseguendo la navigazione di questa pagina accetti l'uso dei cookie come descritto nella nostra Cookie Policy. OK
×
Marco Antonelli
L'impegno della famiglia Antonelli nella viticoltura è ormai alla terza generazione. Tutto è iniziato negli anni sessanta, quando i genitori di Marco - attuale patron della cantina - conferivano le uve alla cantina sociale. Quelle vigne piantate dai genitori sono ancora li, a circondare la casa che abitano Marco e la sua compagna Bianca, e la cantina alla quale i due hanno deciso, insieme, di dedicare la vita a seguito della scomparsa del padre di Marco avvenuta nel 2007. È allora che lascia il suo lavoro da informatico per tornare nei luoghi dove era cresciuto e insieme a Bianca inizia a fare le prime prove di vinificazione in Villa Marina. Nel 2014 - dopo sette anni di studio e sperimentazioni - avviene il grande passo: l'amore per il territorio di Olevano Romano, l'incredibile rispetto per l'agricoltura biologica e per la tradizione diventano i pilastri per la costruzione della loro nuova cantina. Oggi Marco e Bianca coltivano tre ettari dove si esprimono Cesanese, Ottonese, Trebbiano e Malvasia.


"Ho deciso di contribuire al recupero e alla valorizzazione della tradizione storica e culturale di Olevano Romano e del suo Cesanese, unico vitigno autoctono laziale a bacca rossa ma al tempo stesso, guardando al futuro coltivando un sogno che è diventato realtà", ci ha raccontato Marco. "Produco vini con metodi antichi, lasciando ad ogni lavorazione il suo tempo e rispettando la natura in ogni sua manifestazione. Quindi I miei vini sono soggetti al fluire delle stagioni, sempre genuini e ricchi di sapore, storia e cultura. Adatti ai palati e alle tavole di quanti come me, ricercano la bontà e la naturalezza in ogni alimento."   E come non credere alla genuinità di queste bellissime parole e ancor di più a quelle di Bianca, che ci ha detto quasi commossa: "Coltiviamo il nostro Cesanese, perché lui in qualche modo sta dando un senso alla nostra vita".  Allora un tributo a voi è doveroso, grazie Marco, grazie Bianca!

Perché è in Winey? remove
Difficile non essere rapiti dalla storia di Marco e Bianca. Impossibile non includerli nel nostro viaggio alla scoperta dei vini del Lazio. L'Azienda Agricola Marco Antonelli rispetta in pieno la nostra promessa di autenticità, territorialità e amore infinito per la vigna.
La cantina add
Anno di fondazione
2007
Patron
Marco Antonelli
Conduzione enologica
Marco Antonelli
Ettari vitati
4
Bottiglie prodotte
12000
Indirizzo
Via di Villa Marina, Olevano Romano (Roma)
Email
contatto@marcoantonelli.info
Telefono
3494256574
I vini selezionati
Biologico
Il Fresco 2020
Cesanese Olevano Romano DOC
Il Fresco Olevano Romano di Marco Antonelli viene prodotto da uve autoctone Cesanese (in purezza) prodotte da vigne di 50 anni coltivate sulle colline che circondano Olevano Romano a circa 300 metri slm in regime biologico certificato a partire dall'annata 2020. Questo vino vede la sua prima bottiglia nel 2014 dopo anni di studio e sperimentazioni che hanno fatto scoprire a Marco e Bianca un nuovo modo di interpretare il Cesanese: vinificazione (sette giorni) e affinamento in acciaio (8 mesi) poi completamento in bottiglia (altri 4 mesi) regalano freschezza, grado alcolico e facilità di beva
Annata
2020
Bottiglie prodotte
4000
Tipologia
Rosso
Denominazione
Cesanese Olevano Romano DOC
Vitigni
Cesanese
Alcol
13°
Affinamento
Acciaio 6 mesi
Temperatura di servizio
14°
Abbinamenti consigliati
Un vino a tutto pasto, jolly da abbinare ad un classico tagliere di salumi o ai piatti tipici della cucina romana, dall'abbacchio alla trippa in umido
Note di degustazione
Fresco, acido, floreale abbastanza lungo e sapido. 
Biologico
Tyto 2017
Cesanese di Olevano Romano DOC
La "rinascita" del vino laziale passa per vini come questo. Tyto 2017 di Marco Antonelli è un Cesanese in purezza prodotto da vigne vecchie cinquant'anni, piantate dai genitori di Marco negli anni '60 ad Olevano Romano. Tyto arriva nei nostri calici dopo aver seguito una vendemmia accurata, nel massimo rispetto dell'ecosostenibilità ambientale, un doppio affinamento prima in acciaio per 12 mesi e poi in grandi botti di rovere francese per altri 18. È in questo modo che Marco riesce a "domare" il carattere forte del Cesanese, ottenendo un vino potente ma allo stesso tempo generoso.
Annata
2017
Bottiglie prodotte
2000
Tipologia
Rosso
Denominazione
Cesanese di Olevano Romano DOC
Vitigni
Cesanese
Alcol
14.5°
Affinamento
Acciaio 12 mesi, botte grande 18 mesi, bottiglia almeno 6 mesi
Temperatura di servizio
16
Abbinamenti consigliati
Un primo piatto con sugo di castrato
Note di degustazione
All'aspetto rosso rubino tendente al granato. Al naso predominano note di frutta rossa, tabacco e cioccolato. Al palato è sapido e sostenuto da una buona spalla acida.
Biologico
Kosmos 2015
Cesanese Olevano Romano ris. DOC
Eccola, la chicca enologica firmata Marco Antonelli. Un gioellino proviente da un cru dove è piantata una vigna vecchia di quasi Ottant'anni, sulle pendici del Monte Scalambra a 450 m sul mare. In Kosmos Riserva 2015 è impossibile non riconoscere tutta la filosofia di Marco: territorialità e rispetto per il "patrimonio" di famiglia (le vigne sono ancora quelle piantate dai genitori di Marco). Vinificazioni spontanee, lunghi affinamenti - 12 mesi in acciaio, 12 in botte grande e 12 in bottiglia - fanno di questo vino una meravigliosa espressione del Cesanese di Olevano Romano da scoprire ed apprezzare.
Annata
2015
Bottiglie prodotte
2800
Tipologia
Rosso
Denominazione
Cesanese Olevano Romano ris. DOC
Vitigni
Cesanese
Alcol
14.5°
Affinamento
12 mesi in acciaio, 18 mesi in botte grande, almeno 12 mesi in bottiglia
Temperatura di servizio
16
Abbinamenti consigliati
Per seguire il fil rouge della territorialità non possiamo che suggerire un abbinamento con piatto tipo della cucina romana: coda alla vaccinara.
Note di degustazione
All'aspetto è rosso rubino con riflessi granati. Al naso si presenta con complessi sentori di ciliegia, tabacco, cioccolato e caffè. Al palato è caldo, asciutto, avvolgente, speziato, etereo,
Prova la Wine Box di Gennaio