Pietraventosa - Produttore selezionato da Winey. Direttamente a casa tua tre bottiglie prodotte da vignaioli autentici.
Noi e i nostri partner utilizziamo i cookie per personalizzare la tua esperienza e per scopi di misurazione e analisi. Utilizzando il nostro sito Web e proseguendo la navigazione di questa pagina accetti l'uso dei cookie come descritto nella nostra Cookie Policy. OK
×
Pietraventosa
Affiliato
L'amore per la propria terra, la passione per il vino, la tenace volontà di valorizzare le mille anime del Primitivo di Gioia del Colle. Sono questi gli ingredienti da cui Pietraventosa prende vita. La conducono Marianna Annio e Raffaele Leo, lei pedina tuttofare, lui responsabile della cantina, un tandem perfetto che negli anni si è consolidato ed è diventato "grande". Marianna in fondo vinifica dal 2005 e il risultato del suo lavoro è stato un crescendo, un migliorarsi di vendemmia in vendemmia, in un territorio come Gioia del Colle dove tutto è vino. 


A Pietraventosa gli ettari vitati sono poco più di 7, tutti condotti in regime Biologico certificato e quasi tutti piantati a Primitivo, il quale può giovarsi dei suoli di natura argillosa e calcarea che circondano la moderna cantina. Un altro ettaro, più distante dal vigneto principale, è formato da viti ad alberello, sempre di Primitivo, e conferisce uve destinate a produrre la Riserva aziendale.  


Le produzioni sono limitatissime in termini di rese per ceppo ottenute con potature mirate, diradamento dei grappoli verdi ed attenta selezione in fase di raccolta. Con l'aiuto e l'esperienza del caro amico ed enologo Oronzo Alò, qui a Pietraventosa si impiegano attrezzature all'avanguardia, naturalmente armonizzate con il rispetto delle antiche memorie di vinificazione, in modo da donare ai vini il carattere forte e deciso che lo lega saldamente a questa terra così peculiare. 

Perché è in Winey? remove
Difficile trovare un'interprete del Primitivo così estrosa e tenace come Marianna Annio. I suoi vini sono letteralmente figli di un territorio, per questo nel bicchiere troverete qualcosa di mai assaggiato prima. E questo è un fattore per noi estremamente significativo. 
La cantina add
Anno di fondazione
2005
Patron
Marianna Annio
Conduzione enologica
Oronzo Alò
Ettari vitati
7
Bottiglie prodotte
30000
Indirizzo
Str. Vic.le Latta Latta 70023, Gioia del Colle BA
Email
info@pietraventosa.it
Telefono
+393355730274
I vini selezionati
Biologico
Riserva di Pietraventosa 2016
Gioia del Colle Primitivo DOC Riserva
Eccolo, il top player di casa Pietraventosa! Dal piccolo vigneto ad alberello di circa 50 anni, Marianna produce la sua insuperabile Riserva. Un gioiello vinificato soltanto nelle migliori annate (ottima la 2016) e in edizione limitata a sole 1000 bottiglie. La lunga fermentazione fino a 15 giorni, con macerazione pre e post fermentazione, l’invecchiamento in tonneaux di rovere francese di primo passaggio e il successivo affinamento in bottiglia per almeno 2 anni, rendono Riserva di Pietraventosa un vino raro e maestoso, testimone d'eccezione di un vitigno nobile come il Primitivo di Gioia del Colle. 
Annata
2016
Bottiglie prodotte
1000
Tipologia
Denominazione
Gioia del Colle Primitivo DOC Riserva
Vitigni
Primitivo
Alcol
15°
Affinamento
18 mesi in tonneaux lt. 300 e 2 anni in bottiglia
Temperatura di servizio
20°
Abbinamenti consigliati
Marianna ci ha consigliato di abbinarlo a un filetto in crosta. Alla Wellington, aggiungiamo noi!
Note di degustazione
Colore rosso rubino di trama fittissima. Ventaglio olfattivo con ricordi di mora di rovo, arancia sanguinella, amarena, con sfondo di spezie dolci. Bocca energica di spessore ma fresca, con tannini eleganti e decisi. Nel finale decisi ritorni di liquirizia
Biologico
Ossimoro 2018
Murgia Rosso IGT
Ossimoro, dal greco OXIS acuto e MOROS ottuso. Questo vino è un gioco di contrasti: è tutto e niente, è un insieme di sensazioni non esplicabili nella realtà ma solamente nell'intimo mondo delle percezioni. Blend di Primitivo e Aglianico, deve il suo nome alle caratteristiche intrinseche dei due vitigni che in tandem lo compongono: il Primitivo, vitigno precoce, morbido e suadente, che va in contrasto con l’Aglianico forte e deciso con tannini e spigoli ben evidenti. Nonostante in antitesi, riescono perfettamente ad equilibrarsi in questo blend dando vita, appunto, a un meraviglioso Ossimoro.  
Annata
2018
Bottiglie prodotte
3500
Tipologia
Denominazione
Murgia Rosso IGT
Vitigni
Primitivo e Aglianico
Alcol
14°
Affinamento
50% acciaio e 50% in tonneaux per 12 mesi e almeno 10 mesi in bottiglia
Temperatura di servizio
20°
Abbinamenti consigliati
Non giriamoci intorno, accendete il forno e preparate una guancia di vitello con patate. Va che è una meraviglia!
Note di degustazione
Colore rosso rubino, intrigante all'olfatto con sentori di gelso nero, castagna, salvia, rosmarino e lentisco, cardamomo, violetta e scorza di mandarino. Al gusto piacevole e dinamico con tannino deciso. Aromi fruttati e di erbe aromatiche
Biologico
Volere Volare 2019
Puglia Primitivo IGT
Un vino nato per caso, Volere Volare. Nel 2012 a Pietraventosa si era prodotto un’abbondante quantità di uve di alta qualità. Senza ancora una struttura e senza ancora i mezzi per fronteggiare quelle quantità, Marianna decise di aspettare. E così il vino veniva di volta in volta spostato dai serbatoi nelle botti e viceversa. Nel 2014 finalmente l'arrivo di una nuova imbottigliatrice: si poteva  imbottigliare quel vino del 2012. Così è nato Volere Volare. Il suo nome indica tutte quelle cose che grazie alla tenacia e alla volontà vengono infine realizzate: insomma, se vogliamo, possiamo anche volare!
Annata
2019
Bottiglie prodotte
8000
Tipologia
Rosso
Denominazione
Puglia Primitivo IGT
Vitigni
Primitivo
Alcol
13.5°
Affinamento
8 mesi in tonneaux di 3° e 4° passaggio e 8 mesi in acciaio
Temperatura di servizio
16-18°
Abbinamenti consigliati
Qualcuno ha detto formaggi? YES! Andate pure con un caciocavallo podolico di media stagionatura!
Note di degustazione
Colore rosso rubino. Al naso emergono sentori di peperoncino, rosmarino e fiori di salvia. Energico e succoso, ricorda al gusto arancia sanguinella e morbide note di tabacco. Da consumare anche leggermente refrigerato, considerata la morbidezza dei tannini presenti. 
Prova la Wine Box di Gennaio