Ecco le Wine Box del mese di Agosto 2020 firmate Winey. Direttamente a casa tua tre bottiglie prodotte da vignaioli autentici.
Noi e i nostri partner utilizziamo i cookie per personalizzare la tua esperienza e per scopi di misurazione e analisi. Utilizzando il nostro sito Web e proseguendo la navigazione di questa pagina accetti l'uso dei cookie come descritto nella nostra Cookie Policy. OK
×
Le Wine Box di Agosto 2020
La Sicilia: terra magnetica di marinai e sognatori.
Ecco le tre Wine Box del mese di Agosto. Siamo andati in Sicilia, un’isola in grande fermento dove si vuole fare bene, sempre di più, soprattutto nel rispetto dell’ambiente. Vuoi sapere cosa ti sei perso? Qui puoi scoprire i vini e soprattutto i vigneron che abbiamo selezionato per i piani Basic, Premium e Gold. L’incantesimo della famiglia Minardi che vanta il titolo di azienda vinicola più antica di Pantelleria, la tenacia gentile di una donna di classe come Enza La Fauci, l’orgoglio siculo di Stefano Ientile, giovane viticoltore tutto talento e spregiudicatezza.
I vini del mese
Nardino 2018
Moscato di Pantelleria
Sull'etichetta tre gocce rosse si susseguono in mezzo all’oro, segno di riconoscenza, e al rosso rubino, segno di amore verso Pantelleria e verso Leonardo Minardi: Nardino, appunto. Questo Moscato non viene vinificato tutti gli anni. Il 2018 doveva essere l'anno del passito, ma un improvviso peggioramento delle condizioni meteo non avrebbe consentito il migliore appassimento delle uve. Si decise così, per uno scherzo del destino, di adattare il lavoro in cantina a quello che la natura aveva in serbo. E per fortuna diremmo oggi!
Annata
2018
Bottiglie prodotte
4000
Tipologia
Bianco dolce
Denominazione
Moscato di Pantelleria
Vitigni
Zibibbo 100%
Alcol
14°
Affinamento
Acciaio e Bottiglia
Note di degustazione
Giallo dorato. Al naso si presenta con sentori di albicocca matura, miele di zagara e caramello. Al gusto è piacevolmente dolce, equilibrato con un finale decisamente ammandorlato. Buona persistenza.
Pietragialla 2019
Terre Siciliane IGT
Questo Catarratto non assomiglia a nessun altro. Dentro c'è tutto il carattere gentile e determinato di Stefano Ientile. Un vino controcorrente, ma di un controcorrente che riesce a emozionare come il mare in una sera d'estate. Stefano lo vinifica in acciaio senza inseguire le mode, per portare in bottiglia le caratteristiche uniche di queste terre rosse di altopiano. Un vino che è un'ode alla Sicilia. Quando la bottiglia sarà finita ne vorrete ancora. Noi vi abbiamo avvisato!
Annata
2019
Bottiglie prodotte
1300
Tipologia
Bianco
Denominazione
Terre Siciliane IGT
Vitigni
Catarratto 100%
Alcol
13°
Affinamento
4 mesi in acciaio e 2 mesi in bottiglia
Note di degustazione
Color giallo paglierino brillante, con unghia tendente al verdolino. Al naso è ampio, delicato, ma con piacevole intensità. Sentori floreali e sulfurei al naso, pesca e albicocca al palato. Grande freschezza e sapidità,
Petalo 2018
Terre Siciliane IGT
Petalo è un vino che Enza La Fauci produce da soli 2 anni. Nasce da uve Nocera, vitigno autoctono storicamente presente nel territorio messinese. Il Nocera da vita solitamente a vini rossi corposi, ma Enza ha voluto fare qualcosa di diverso, sperimentarlo in rosè date le sue caratteristiche che ben si adattano a questa tipologia di vinificazione. Un vino dal colore magnetico e dai sentori di rosa. La sua piacevolissima freschezza lo rende un vino poliedrico, perfetto per aperitivi, secondi di pesce e crostacei.
Annata
2018
Bottiglie prodotte
1800
Tipologia
Rosato
Denominazione
Terre Siciliane IGT
Vitigni
Nocera 100%
Alcol
12°
Affinamento
Vetro
Note di degustazione
Colore rosa pesca. Al naso delicati sentori di fiori e frutta. Al palato è fresco e godibilissimo
Karuscia 2015
Passito di Pantelleria
Karuscia è un concentrato di Mediterraneo, è il risultato della resilienza di chi ama smisuratamente la propria storia. Viene ottenuto dalla vinificazione di una base di vino secco della stessa vendemmia, nel quale sono state messe a macerare, nel mese di settembre le uve precedentemente appassite. L'etichetta è nera come Pantelleria. L'artista Damiano Ferrara ha voluto rappresentare tutti gli elementi che concorrono alla sua nascita: lo zibibbo, il caldo sole africano, il vento e il mare.
Annata
2015
Bottiglie prodotte
2000
Tipologia
Bianco dolce
Denominazione
Passito di Pantelleria
Vitigni
Zibibbo 100%
Alcol
14.5°
Affinamento
4 anni in acciaio
Note di degustazione
Giallo dorato intenso. Profumo persistente con sentori di albicocca, fico secco, datteri e scorza candita. Sapore dolce, caldo, di buon struttura e complessità. Retrogusto con finale ammandorlato. Di buona persistenza.
Qb 2019
Catarratto Metodo Ancestrale
Il Metodo Ancestrale di Stefano Ientile è un ritorno al passato. Se chiudete gli occhi verrete catapultati indietro nel tempo, ma se vorrete tenerli aperti ve ne accorgerete lo stesso, dal colore e dal tappo a corona sempre più utilizzato per i rifermentati in bottiglia come questo. Qb è essenziale persino nel nome. Niente fronzoli, solo schiettezza e unicità. Stefano ha sperimentato a lungo prima di trovare la dimensione di questo vino, giocoso e divertente. Think different!
Annata
2019
Bottiglie prodotte
1500
Tipologia
Bianco
Denominazione
Catarratto Metodo Ancestrale
Vitigni
Catarratto 100%
Alcol
12°
Affinamento
6 mesi in bottiglia
Note di degustazione
Il colore è giallo ambrato. Al naso salgono prepotenti i sentori di frutta esotica con note agrumate piacevolissime. Al palato è estremamente fresco e dissetante.
Case Bianche 2018
Terre Siciliane IGT
Enza di questo vino ne va particolarmente orgogliosa. Lo Zibibbo qui a Messina era un vitigno dimenticato dal tempo, ma lei è riuscita a rivalorizzarlo nel modo giusto. Case Bianche è un vino straordinariamente ecliettico che si abbina molto bene anche con i formaggi erborinati oltre che con crostacei frutti di mare, piatti a base di pesce e sushi. Il nome si riferisce alla Contrada Casa Bianca, sul litorale tirrenico messinese, dove un tempo si coltivava questo zibibbo a due passi dalla spiaggia. Preparatevi a sentire le onde del mare.
Annata
2018
Bottiglie prodotte
4800
Tipologia
Bianco
Denominazione
Terre Siciliane IGT
Vitigni
Zibibbo 100%
Alcol
12.5°
Affinamento
In Bottiglia
Note di degustazione
Colore giallo paglierino. Al naso note intense di frutta fresca come pesche e agrumi, macchia mediterranea e salsedine. Al palato è morbido e minerale, sapido e dalla freschezza persistente.
Karuscia 2012
Passito di Pantelleria
Karuscia è un concentrato di Mediterraneo, è il risultato della resilienza di chi ama smisuratamente la propria storia. Questa annata è stata ottenuta dalla vinificazione di uve appassite durante il mese di agosto (Passolata), metodo che si utilizza nelle annate migliori. La sua etichetta è nera come Pantelleria. L'artista Damiano Ferrara ha voluto rappresentare tutti gli elementi che concorrono alla nascita del Passito: lo zibibbo, il caldo sole africano, il vento e il mare.
Annata
2012
Bottiglie prodotte
5000
Tipologia
Bianco dolce
Denominazione
Passito di Pantelleria
Vitigni
Zibibbo 100%
Alcol
14.5°
Affinamento
4 anni in acciaio
Note di degustazione
Giallo dorato tendente all’ambra. Profumo persistente ed etereo, con sentori di cannella, spezie, fico secco, miele di zagara, confettura, si riconoscono note di liquirizia e tabacco. Al palato sentori di spezie, carrubo, con note balsamiche e dal finale ammandorlato. Persistente.
Unaluna
Vino Bianco
Una chicca da 500 bottiglie l'anno. Unaluna è la Creatura con la C maiuscola di Stefano Ientile. Un vino macerato che non vuole passare inosservato. Esuberante senza mai eccedere. Avvolgente ma delicato. Stefano lascia macerare le uve Grecanico, poi affina le uve Catarratto in botti d'acacia e le unisce per 2 mesi di acciaio. Unaluna ha una forza straripante, è un inno alla natura. Grazie Stefano, il senso di essere un verto artigiano è tutto qui dentro.
Annata
Bottiglie prodotte
500
Tipologia
Orange
Denominazione
Vino Bianco
Vitigni
Catarratto e Grecanico
Alcol
14°
Affinamento
6 mesi in botte d'acacia
Note di degustazione
Colore aranciato, al naso albicocca matura e frutta macerata. Al palato è sapido, tannico e sorprendentemente fresco.
Oblì 2014
Faro DOC
Il nome Oblì viene da oblio, con un preciso riferimento allo stordimento nel quale cadde Ulisse dopo aver sentito il canto delle sirene. Ma anche l'oblio inteso come assopimento che ti prende quando bevi un buon vino, che ti fa cadere in quel leggero stato di ebbrezza. Ed infine l'oblio inteso come il sogno di lavorare in un posto bellissimo con uno splendido affaccio sul mare. È quindi il vino per il quale nasce la Tenuta e che rappresenta in pieno la filosofia di Enza. L'abbandono per amore.
Annata
2014
Bottiglie prodotte
6000
Tipologia
Rosso
Denominazione
Faro DOC
Vitigni
60% Nerello Mascalese, 15% Nocera, 15% Nerello Cappuccio, 10% Nero d'Avola
Alcol
14°
Affinamento
6/9 mesi in bottiglia
Note di degustazione
Colore rosso rubino intenso con riflessi violacei e rosso granato. Al naso profumo etereo, floreale, con sfumature di prugna, more, spezie e legno. Persistente al gusto, leggermente sapido e giustamente tannico.
Prova la Wine Box di Ottobre